martedì 29 luglio 2014

CRONODRAMMA : ATTO UNICO DI UNA DECADENZA

Le date assumono per ragione del tutto casuali o almeno in parte del tutto casuali delle valenze sulle quali spesso si costruiscono immaginari collettivi essendo la stagione favorevole alle conversazioni semiserie ed innegabilmente resa vivace dalla presenza di un giovane ed esuberante premier di origini toscane assurto agli altari dello show system nell'era digitale e che ha fatto della velocità il suo tratto distintivo, può essere utile mettere in sequenza temporale le tappe di questa ascesa per scoprire magari che nella casualità ci può stare un file rouge che lega in un dato tempo la parabola del giovane premier.
8 Dicembre 2013 giorno dell'Immacolata Concezione che è un dogma cattolico, proclamato da papa Pio IX l'8 dicembre 1854 con la bolla Ineffabilis Deus e che sancisce come la Vergine Maria sia stata preservata immune dal peccato originale fin dal primo istante del suo concepimento. Il dogma dell'Immacolata Concezione riguarda il peccato originale: per la chiesa Cattolica infatti ogni essere umano nasce con il peccato originale e solo la Madre di Cristo ne fu esente. Ma questa data segna anche la vittoria alle primarie per eleggere il segretario del PD di Matteo Renzi che tuttavia come tutti i comuni mortali nasce con il peccato politico originale: a palazzo Chigi andrò solo attraverso il voto.

19 Gennaio 2014 giorno il quale nel 1915 fu brevettata la prima lampadina al neon e installata un'insegna luminosa di un negozio di barbiere. Fu questa la prima applicazione pratica della scoperta di Georges Claude, ingegnere e fisico francese. Alle 15,00 il neo segretario del PD illuminato sulla via del Nazareno a Roma incontra il capo del principale schieramento a lui avverso, come direbbe Uolterveltroni estabilisce un Patto di cui non c'è traccia cartacea l'oggetto del Patto sono le riforme.Mentre il fisico e ingegnere francese pensò bene di certificare e brevettare la sua brillante idea. Il nostro beniamino si avvale della facolta di non rispondere....per iscritto....... alle richieste che da più parti provengono e che, visto il contenuto del colloquio e la natura extraparlamentare di esso, sarebbe solo il minimo sindacale per la democrazia. Ma si sa il giovane è veloce e gli scripta manent invece le parole volano e di stormi di parole volanti nei mesi successivi gli italiani ne avvistano parecchi.

14 febbraio 2014  San Valentino. Tale ricorrenza  ha sostituito in epoca cristiana i  lupercalia romani, questi riti erano però dedicati alla fertilità e non all'amore romantico. Nel 496 papa Gelasio I dedicò il 14 febbraio al santo e martire Valentino, presumibilmente anche con lo scopo di cristianizzare la festività romana. Enrico Letta Premier in carica rassegna le dimissioni nelle mani del capo dello Stato dopo c.a 300 giorni di governo. La forte dichiarazione d'amore del giorno prima fatta da Renzi (uscire dalla palude) gli strappa il cuore ed anche la poltrona.

22 febbraio 2014 mentre in questa data nel 1997 - A Roslin (Scozia) scienziati annunciano il successo della prima clonazione di un mammifero da cellule di un individuo adulto, la pecora Dolly. In Italia giura il primo governo Renzi che molti commentatori definiscono un clone di Berlusconi.

12 marzo 2014 viene approvato alla Camera l'Italicum nuova legge elettorale frutto del Patto con Berlusconi. In pari data ma nel 1610 vi fu la prima pubblicazione del trattato di astronomia Sidereus Nuncius,(Annunciatore Celeste) scritto da Galileo Galilei e che disvela le potenzialità delle lenti e la loro applicazione nel cannocchiale effettuando osservazioni talmente rivoluzionarie da far crollare l’intera impalcatura dell’astronomia e della cosmologia aristotelico-tolemaica.  L'Italicum più modestamente pare sia stato scritto da Verdini e Boschi il primo un assistente toscano di Berlusconi la seconda ministra delle riforme renziana di ferro, con effetti talmente rivoluzionari che sommati alla riforma della Costituzione di Finocchiaro e Calderoli, dicono in molti, potrebbe far cadere l'impalcatura della democrazia parlamentare e aprire le porte ad un autoritarismo soft modello auspicato da Gelli-P2.

31 marzo 2014 in un'intervista al Corriere della Sera, il premier Matteo Renzi dalla Torre della fortezza di Palazzo Chigi ribadisce la linea del governo: «Il Senato non sarà più elettivo. Se non passa questa riforma finisce la mia storia politica». Nel 1889 viene inaugurata a Parigi la Torre Eiffel che si trova ancora al suo posto dopo 125 anni, quando e come finirà la storia di Renzi sulla Torre, questo potrebbe richiedere meno tempo.

8 aprile 2014 il ddl sulla revisione della parte II della Costituzione, del Titolo V Costituzione, viene presentato al Senato e annunciato nella seduta pomeridiana il giorno stesso. Primi firmatari Matteo Renzi e Maria Elena Boschi. Nel 2010 – Il presidente degli Stati uniti Barack Obama e il presidente russo Dimitri Medvedev firmano nella sala Spagnola del Castello di Praga il trattato sulla riduzione delle armi strategiche. Ognuno ha i Trattati che negozia e le firma che si merita.

25 maggio 2014 Il Pd stravince le elezioni Europee: conquista il 40,7% dei consensi e doppia il M5S, secondo arrivato. Per Renzi è l'investitura popolare. Più volte poi commenterà: «Gli italiani con quel voto mi hanno detto: Renzi cambia l'Italia» A Palermo il 25 maggio del 1992 si celebrarono i funerali di Giovanni Falcone, della moglie Francesca Morvillo e dei tre agenti della scorta Vito Schifani, Rocco Dicillo e Antonio Montinaro, vittime della mafia nella Strage di Capaci Una strage che cambiò profondamente il rapporto tra politica e cittadini e non meno importante fu eletto lo stesso giorno dello stesso anno Oscar Luigi Scalfaro Presidente della Repubblica, che seppe traghettare con rispetto della Costituzione e polso fermo l'Italia dalla 1° alla 2° Repubblica. Uomini e donne quelli che avevano un tratto distintivo comune: -si consideravano al servizio dello Stato e della Repubblica garanti e custodi della volontà del popolo sovrano e non avezzi a cambiare verso al paradigma della democrazia.
.
11 giugno 2014 Il senatore del Pd Corradino Mineo, ex direttore di RaiNews24, viene sostituito dal suo partito il PD nella commissione Affari costituzionali. Il motivo? Le sue posizioni critiche nei confronti dell'Italicum e della riforma del Senato proposta dall'esecutivo di Renzi. l'11 giugno del 1924 avvenne la secessione dell'Aventino (dal nome del colle Aventino sul quale – secondo la storia romana – si ritiravano i plebei nei periodi di acuto conflitto con i patrizi) fu un atto di protesta attuato da alcuni deputati d'opposizione contro il governo fascista, in seguito alla scomparsa di Giacomo Matteotti il 10 giugno 1924.

14 luglio 2014 L'aula del Senato respinge le pregiudiziali di costituzionalità e dà il via alla discussione sulla riforma costituzionale. Le opposizioni, ma anche alcune frange della maggioranza, promettono battaglia. Il governo Renzi ostenta sicurezza: «I numeri ci sono, con il Pd voterà anche Forza Italia». Il 14 luglio 1789 – la popolazione di Parigi insorge e viene assaltata la prigione della Bastiglia, simbolo del potere assolutista del re e si da inizio alla rivoluzione francese. A suo modo anche Renzi giudica la sua riforma una rivoluzione il punto è che s'invertono e cambianoverso i ruoli dei protagonisti.

20 luglio 2014 Tre italiani su quattro vogliono solo eletti a Palazzo Madama, un sondaggio Ipsos per il Corriere spiega che tre italiani su quattro preferirebbero potere eleggere direttamente i nuovi senatori.
In pari data l'Apollo 11 nel 1969 si posa sulla Luna e, poche ore dopo, Neil A. Armstrong ed Edwin "Buzz" Aldrin diventano i primi esseri umani a camminare sulla sua superficie. In fin dei conti i 3/4 degli italiani non chiedono la luna anche perchè è già stata conquistata, forse la pensano sul Senato in modo diverso da Renzi, ma questo si vedrà in fase referendaria.

24 luglio 2014 «Io non mollo. Piaccia o non piaccia noi le riforme le faremo». Mentre al Senato (e poi al Colle) va in scena la protesta delle minoranze, Matteo Renzi rilascia a Palazzo Chigi un'intervista ad Alan Friedman per il Corriere della Sera e La7. «C'è un gruppo di persone che dice no da sempre. E noi, senza urlare, diciamo sì». E ancora: «Noi siamo contro la dittatura della maggioranza, figuriamoci quella della minoranza». Con l'emanazione del Decreto del Presidente della Repubblica 24/07/1977 n. 616, viene attuato per la prima volta un primo forte decentramento amministrativo con il passaggio di molti poteri e funzioni dallo Stato agli Enti locali (Regioni e Comuni). 
Uno dei punti più controversi e sui quali si accende il dibattito sulla riforma del Titolo V° dell Costituzione voluta da Renzi riguarda proprio il ruolo e i poteri delle Regioni e degli Enti locali (Comuni e Provincie) perchè in moltissimi ritengono sbagliato accentrare quasi tutti i poteri al centro e quindi nella sfera di disponibiltà del Governo che si troverebbe, anche per effetto del combinato della nuova legge elettorale ad avere un Senato di delegati, una Camera di nominati e la concentrazione nelle mani di un unico partito di tutti i poteri di governo e delle nomine importanti con uno squilibrio evidente di pesi e contrappesi tipico dello Stato di diritto.

Uscire dal torpore, negoziare e discutere nel merito con lo spirito costituente senza tifoserie tipiche degli stadi di calcio può e deve consentire di correggere ed integrare il dispiegarsi attento e utile dei principi costituzionali a vantaggio di una maggior incisività e capacità del governo di rispondere alle esigenze dei cittadini e ai tempi rapidi di una democrazia moderna senza mortificarne valori e principi fondanti, evitando di impiccarsi al cappio del io non mollo che nella versione peggiore si è sempre tradotto in boia chi molla e i risultati sono stati sempre pessimi, per tutti.